Results will be online in a few days
Tina Prize - Change language defaultTina Prize - Change language deTina Prize - Change language esTina Prize - Change language itTina Prize - Change language ptTina Prize - Change language ru

His work is liked by:
Vento MartíConsuelo, RajhiDarine, ATipografia,


Senza titolo
Senza titolo
Tosca
Calla

Barbara Salvucci

Lives and works at

Born 11/06/1970

Curriculum

Barbara Salvucci è nata a Roma nel 1970 Allieva di Enzo Brunori, nel 1994 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Roma in Pittura. Vive e lavora a Roma. Mostre Personali 2016 INK, Museo Bilotti, Roma 2015 La Gardienne des Ombres, Galleria L&C Tirelli, Vevey, Svizzera 2014 Di - segni, Galleria Paola Verrengia, Salerno Barbara Salvucci, MAAM – Museo dell'Altro e dell'Altrove, METROPOLIZ, Roma ( opera permanente ) 2012 KM 1234, Accademia di Ungheria – Palazzo Falconieri, Roma Solo Volo, Galleria MARTE, Roma 2011 Barbara Salvucci, Museo della Scultura Contemporanea, MUSMA, Matera 2010 KM 1234, Budapest Galéria, Budapest 2009 Senza perdere il filo, Galleria MARTE, Roma 2007 Segni di memoria, Galleria Cafè Europe Centro di Arte Contemporanea, Roma 2004 La notte bianca – Isole, Galleria Cafè Europe Centro di Arte Contemporanea, Roma Alta Roma, Auditorium Parco della Musica, Roma 2003 Analisi 90 – 03, Galleria Cafè Europe Centro di Arte Contemporanea, Roma 2002 Tracce – Pasqualetti e Salvucci, Accademia di Ungheria – Palazzo Falconieri, Roma 1999 Fermentazioni, Piazza dell’Orologio ( Municipio ) Fiumicino, Roma Mostre Collettive 2016 Tiny Biennale, Temple Gallery – Temple University, Roma Un secolo di amarena, Premio Fabbri Quinta Edizione, Pepoli Campo Grande, Bologna 2015 La OF Une Ouvre d'Art, Galleria L&C Tirelli, Vevey, Svizzera Tra Artificio e Natura, Galleria Paola Verrengia, Salerno 2013 Equilibri instabili, Temple Gallery – Temple University, Roma Arte Fiera, Galleria Paola Verrengia, Salerno Nell'acqua capisco, mostra collaterale 55* Esposizione Internazionale d'Arte, La Biennale di Venezia Procuratie Vecchie, Venezia Trasparenze, Temple Gallery – Temple University, Roma 2012 Storie Italiane, Arte Fiera, Bologna Arte Fiera, Galleria Paola Verrengia, Salerno A piedi scalzi, Nuova Pesa, Roma 2011 The Shadow Line, L.E.S Gallery – CSV Cultural Center, New York 54° Esposizione Internazionale d’Arte, Padiglione Italia, Biennale di Venezia Segno Divino, Galleria Sukiya, Catanzaro The Road to Contemporary Art, Macro Future, Roma Ente Comunale di Consumo, Galleria Nazionale di Cosenza, Cosenza e Palazzo Venezia, Roma 2010 Ente Comunale di Consumo, CIAC Centro Internazionale per l’Arte Contemporanea, Castello Colonna di Genazzano, Roma Che cento fiori sboccino, Galleria La Nuova Pesa, Roma XIV Biennale di Arte Sacra Contemporanea, Museo Stauròs d’Arte Sacra Contemporanea, San Gabriele, Teramo CIAC Centro Internazionale per l’Arte Contemporanea, Castello Colonna di Genazzano, Roma ( opera permanente ) Museo della Scultura Contemporanea, MUSMA, Matera ( opera permanente ) The Road to Contemporary Art, Macro Future, Roma 24x24, Studio Abate, Roma ABOVO all’origine della forma, Scuderie Aldobrandini, Frascati, Roma 2009 ABOVO all’origine della forma, Studio Abate, Roma Falce e martello simboli di ferro, MUSPAC – Museo Sperimentale di Arte Contemporanea, L’Aquila 2008 MANDALA condiviso di Renato Mambor, Università degli Studi di Roma, Roma 2007 Un mare di arte, Palazzo Sant’Elia, Palermo Claudio Abate Fotografo, MART – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, Rovereto 2006 Premio Internazionale di Scultura della Regione Piemonte, Accademia Albertina, Torino ( terzo premio) Premio Internazionale Giovani Scultori, Fondazione Arnaldo Pomodoro, Milano Concorso di Arti Visive - L’altra metà del lavoro, Palazzo della Cancelleria, Roma 2005 Ho diritto ai diritti, Palazzo Chianini Vincenzi, Arezzo s/ago/me. 547, Traforo di via Nazionale, Roma 2003 Inchiostro Indelebile, MACRO Museo d’Arte Contemporanea, Roma 2001 Interpretando la psicoanalisi, Ass. Culturale Rialto, Roma Biennale di Arte Contemporanea di Porto Ercole – Forte Stella, Porto Ercole 1999 Arte 2000, Temple Gallery – Temple University, Roma 1998 Fotograffiti, Galleria Link, Terni 1996 Passeggiando per le vie dell’arte, Palazzo delle Esposizioni, Roma

Statement

Linee di filo di ferro che creano volumi, pieni e vuoti evocano la leggerezza della materia. Il peso è negato dalle ombre che proiettano, da un racconto fatto di linee che si flettono e si intrecciano, si toccano, si abbracciano. La materia usata come segno, come una matita che disegna nell'aria. Risultato di una ossessione che insegue la leggerezza. Opere che non descrivono né definiscono, dove il gesto e il segno prevalgono e sono l'essenza stessa, come avviene nel giardino zen, luogo di concentrazione, di contemplazione, di un meditare silenzioso.

Tina Prize - Roma Artists Tina Prize - Berlin Artists Tina Prize - Bercelona Artists